October 25, 2018

Come ricevere finanziamenti grazie al token di Xriba!

E’ ufficialmente partita la partnership tra Xriba e ETHLend, la startup che consente di prestare o ricevere prestiti sulla base di Token offerti come garanzie collaterali. Andiamo nello specifico a capire di cosa si tratta e come funziona la partnership con Xriba!

 

E’ ufficiale, da pochi giorni è attiva la partnership tra Xriba e ETHLend, una piattaforma di social crypto lending (ovvero una piattaforma di prestiti tra privati) fondata dal finlandese Stani Kulechov, studioso ed esperto della tecnologia blockchain nonché forte sostenitore dell’impatto che questa ha sull’intero ecosistema finanziario.

 

L’idea alla base di ETHLend è quella di sfruttare la blockchain e le criptovalute per dar luogo ad una piattaforma di microcredito. La piattaforma gira su Ethereum con token di tipo ERC-20, e quindi il suo funzionamento è legato agli smart contract, una tipologia di contratti sicuri e validati dalla rete che ha il compito di fare da garante per ogni transazione.

 

L’obiettivo principale con cui è nata ETHLend è quello di rendere il microcredito uno strumento democratico alla portata di tutti, anche di coloro che non hanno conti in banca.

 

Come sappiamo il mondo dei prestiti finanziari attualmente è garantito dalla fiducia o meglio, il mutuatario (colui che chiede il prestito) è costretto a proporre prove della sua eventuale solvibilità ed a presentare all’ente di riferimento tutte le informazioni sulla propria situazione patrimoniale, in modo tale da offrire garanzie per l’erogazione del prestito.

 

Inoltre gli interessi corrispettivi applicati dalle banche od altri enti ammontano, in Europa, a percentuali che oscillano dal 5%-15% contro ad una percentuale di interessi corrisposta ai correntisti che difficilmente supera l’1%.

 

Quali sono i vantaggi proposti da ETHLend?

 

Questa piattaforma di social lending permette a chiunque di prestare o di chiedere in prestito dei soldi in valuta digitale (o meglio in crypto valute) fornendo delle garanzie di sicurezza sia per chi chiede il prestito che per chi lo effettua andando così a togliere alle banche il monopolio di essere l’unica tipologia di istituto che può occuparsi di microcredito.

 

Di base sono 3, i vantaggi che si possono trarre da questa dinamica, e più specificatamente:

 

1) Le transazioni che avvengono grazie alla blockchain sono sicure e criptate e questo costituisce un vantaggio per tutti gli attori che utilizzano la piattaforma.

 

2) Le commissioni saranno notevolmente inferiori a quelle offerte dalle banche (generalmente si aggirano intorno al 5%) e questo rappresenta un’opportunità per chi chiede il prestito.

 

3) Chi presta ha l’opportunità di generare in tutta tranquillità dei profitti derivanti dal prestito effettuato e quindi nuova fonte di reddito.

 

Nel momento in cui viene chiesto un prestito la piattaforma ETHLend attiva uno smart contract che in modo del tutto autonomo si assicura che il richiedente riceva l’importo prestabilito e che abbia tutte le garanzie necessarie per restituirlo per una determinata data prefissata con l’aggiunta delle commissioni riservate al creditore prestabilite.

 

La garanzia sta nel fatto che chi chiede il prestito deve avere una quantità di token, che sono comunque degli oggetti digitali di un determinato valore, tali da poter essere ceduti al creditore qualora il prestito non dovesse essere onorato come da accordi presi.

 

Attraverso questa piattaforma sarà quindi possibile prestare soldi a chiunque, in qualsiasi parte del mondo si trovi, con la garanzia di ottenere indietro i propri soldi più gli interessi entro una data prefissata.

 

Infatti, è una tecnologia peer to peer che non richiede una terza persona sopra le parti come un notaio che stipuli il contratto andando a ridurre ulteriormente i costi di tali transazioni.

 

Ne consegue, la possibilità di poter prestare i propri soldi anche a perfetti sconosciuti come forma di investimento con la certezza di recuperare il capitale investito entro una determinata data ed ovviamente con un profitto.

 

Come funziona la partnership con Xriba

 

Alla base di questo accordo c’è un progetto ben articolato e che consentirà in sostanza di ricevere prestiti fornendo come garanzia collaterale i token Xriba (XRA), ma non solo.

 

Grazie all’accesso al credito, tramite XRA, si ha anche la possibilità di effettuare delle interessanti operazioni di trading su Token e criptovalute. Vediamo insieme qualche esempio in modo tale da comprendere meglio il funzionamento e le opportunità della partnership.

 

Di seguito facciamo una simulazione con numeri ipotetici al fine di far comprendere il meccanismo. Supponiamo che Giovanni sia convinto che in 6 mesi di tempo il valore dell’Ether cresca.

 

Come sintetizzato nella slide di seguito, concedendo in garanzia i suoi XRA, ottiene un prestito, in dollari, pari al 75% dell’ammontare di XRA in suo possesso al 5% di interesse.

Come ricevere finanziamenti grazie al token di Xriba!

 

Quindi avendo un controvalore di XRA pari a 100.000,00 $ ottiene un prestito di 75.000,00 $.

 

Con l’importo ricevuto, acquista Ether al valore unitario di 280,00 $.

 

Dopo 6 mesi il valore degli Ether è cresciuto toccando quota 500,00 $, producendo di fatto un guadagno che gli permetterà di restituire il prestito al lordo degli interessi maturati.

 

Infatti Giovanni, vende l’ammontare degli ETH equivalenti a 78.000,00$ e realizza di fatto una plusvalenza.

 

Ma non solo; in questo caso, Giovanni ha addirittura un duplice guadagno:

 

1)Restituendo il prestito in dollari ha realizzato una plusvalenza in Ether a sua disposizione;

 

2) Nel tempo gli XRA che aveva usato per garantire il prestito si sono anch’essi rivalutati, producendo un ulteriore guadagno.

 

Al contrario invece, supponiamo che Giovanni sia convinto che, in 6 mesi di tempo, il valore dell’Ether scenda. Come sintetizzato nella slide di seguito, concedendo sempre in garanzia i suoi XRA, piuttosto che farsi finanziare in valuta fiat, chiede un prestito in Ether.

 

Gli viene sempre concesso un finanziamento pari al 75% dell’ammontare di XRA in suo possesso al 5% di interesse.

Come ricevere finanziamenti grazie al token di Xriba!

 

In questo caso con un equivalente di 100.000,00 $ di XRA ottiene 150 ETH che piuttosto che conservare, come nel caso precedente, vende immediatamente.

 

Se la quotazione di partenza di 1 ETH è di 500,00$, realizza un controvalore di 75.000,00$.

 

Sei mesi dopo, il valore di ETH è sceso a quota 250,00$, percui Giovanni ricompra i 150 ETH ricevuti in prestito (sempre al lordo della commissione di interesse ricevuta) realizzando un guadagno questa volta in dollari, di circa 35.625,00$.

 

Anche questa operazione gli consente di avere un duplice guadagno:

 

Restituendo il prestito in Eth ha realizzato una plusvalenza in dollari a sua disposizione;

 

Nel tempo gli XRA che aveva usato per garantire il prestito si sono anch’essi rivalutati, producendo anche in questo caso un guadagno.

 

Perchè sfruttare questa partnership?

 

Diverse sono le considerazioni da poter fare, a prescindere dai vantaggi elencati in apertura.

 

Innanzitutto la differenza sostanziale tra i prestiti decentralizzati su ETHLend e un normale prestito si concretizzano nell’assenza di diritti e iscrizioni tipo ipoteche su immobili o altre forme di garanzia reale.

 

Infatti nel caso di prestiti su ETHLend il mutuatario può restituire la somma ricevuta in ETH e riavere indietro i suoi token senza dover mettere a garanzia beni reali personali.

 

A questo si aggiunge un abbattimento notevole delle tempistiche relative all’erogazione tipiche ad esempio, del classico sistema bancario centralizzato.

 

Ultimo, ma non per importanza, perchè rappresenta un ulteriore strumento per l’imprenditore messo al servizio dell’ecosistema Xriba.

 

Se vuoi utilizzare subito la piattaforma di ETH Lend e ricevere un prestito utilizzando i token XRA come garanzia vai a questo link e attiva il tuo smart contract:

https://app.ethlend.io/

 

COPYRIGHT 2017-2021 XRIBA LTD.
Privacy Policy